Corso di Access

Questo è il primo di una serie di articoli dedicati ad Access, il gestore dei database della suite Office di Microsoft™. Per seguire questo corso dovete già essere in possesso delle nozioni fondamentali sull’uso e funzionamento del sistema operativo Windows, se conoscete poco o nulla di quest’ultimo allora vi consiglio di seguire il nostro corso su Windows e poi ritornare in questa pagina. In questo corso gratuito non faremo troppa teoria, ma focalizzeremo l’attenzione sull’aspetto pratico, quindi armatevi di pazienza, perché dovrete esercitarvi molto. Access è il gestore dei dati ( database ) di tipo relazionale e non contiene soltanto dati, ma anche finestre e report, che fanno di questo un vero e proprio ambiente di sviluppo, molto semplice da gestire e vedrete quanto sia veloce e pratico creare delle piccole applicazioni.
Prima di iniziare vi devo soltanto dire che in questo corso parlerò soltanto di Tabelle, Finestre e Report, le macro e tutte le altre cose accessorie non mi piacciono e quindi non le prenderò neanche in considerazione, per la gestione delle finestre utilizzerò soltanto il linguaggio VBA ( Visual Basic for Application ) in modo da avere dei programmi lineari e semplici da aggiornare e non un insieme di macro e relazioni che non fanno altro che confondere. Chi non conoscesse nulla sui database relazionali e sul linguaggio SQL può studiare l’argomento negli articoli dedicati al linguaggio SQL. Chi non conoscesse le basi del linguaggio Visual Basic può utilizzare gli articoli sul linguaggio VB.NET che, se anche leggermente diverso, è sempre VB. Ultima raccomandazione è di esercitarvi ad inventare e scoprire sempre cose nuove e soprattutto mi raccomando di fare domande, tramite il nostro forum. Come primo esercizio vediamo come inserire i dati da una tabella in un form ( maschera o finestra ) senza utilizzare l’associazione e wizard vari, ma servendoci solamente del VBA; ovviamente per fare più velocemente si usa il primo metodo ( associare una tabella o una query ad una finestra ), ma qui siamo in un corso e quindi allunghiamo la strada, perché dopo aver percorso la strada più lunga e tortuosa fare quella breve è una passeggiata. Scaricate il database dei comuni Italiani, apritelo con Access e selezionate maschere e createne una nuova in visualizzazione struttura senza inserire la tabella da associare. Ora all’interno di questa nuova maschera che chiameremo “Comuni” inserite un controllo di edit nella barra a sinistra ( se non la vedete cliccate sul pulsante raffigurante un martello ed una chiave inglese ), sarebbe il secondo “ab|”; insieme ad esso il programma inserirà anche una etichetta, in cui inseriremo “Comune”, mentre il controllo di edit lo lasciamo come non associato. A questo punto premere F4 per aprire le proprietà della maschera ( click sul quadrato in alto a sinistra della maschera stessa ), ancora click sul controllo edit ed in altro “nome elemento” inserite editComune, in eventi scegliete “su caricamento” ( Form Load ) e click sul pulsante a destra con 3 puntini.
Una volta aperta la finestra del codice potete inserire questo:

Option Explicit
Option Compare Database

Private Sub Form_Load()
   Dim myData As DAO.Database, myRec As DAO.Recordset

   Set myData = CurrentDb
   Set myRec = myData.OpenRecordset("SELECT * FROM Comuni")

   editComune.SetFocus
   editComune = myRec!Comune

   myRec.Close

   Set myRec = Nothing
   Set myData = Nothing
End Sub

La prima riga Option Explicit dice al programma di dover dichiarare le variabili ed infatti noi abbiamo chiamato il Dim sia per il database che per il recordset ( il set di record dei dati ); affinché il programma funzioni occorre aggiungere le librerie DAO ( Data Access Object ) 3.6 tra i riferimenti nel menu strumenti. Assegniamo il database come il corrente e poi apriamo la query nel recordset, prima di inserire i valori in un controllo questi deve avere il focus e poi possiamo inserire il valore myRec!Comune ( Comune è il nome del campo da prendere nel recordset ed in questo caso il primo record ); alla fine chiudiamo tutto e liberiamo la memoria con Set … = Nothing. Se ritornate alla visualizzazione della struttura della maschera e la visualizzate come maschera ( primo pulsante sulla barra degli strumenti ) vi accorgerete di avere una edit-box con il valore AGRIGENTO, il primo record della tabella Comuni. Questo è solo il primo basilare esempio, che non ha nessuna valenza pratica ( lo stesso risultato si può fare in 10 secondi ), ma è utile per capire come lavorare con questo vero e proprio strumento di sviluppo.

Per testare i tuoi progressi puoi sempre fare il questionario su Access.
Nuova guida, passo-passo, per la gestione di una libreria in Access.

Lezione Successiva >>

5 risposte a “Corso di Access”

  1. Ciao, come fai a dire bellissima guida se non hai capito. Questo corso è indirizzato a tutti quelli che hanno già familiarità con il visual basic e soprattutto sanno come sono strutturati i database relazionali compreso il linguaggio sql.
    PS: e se questo è complicato allora quello che proporrò nelle prossime lezioni come sarà. 🙂

  2. Per chi non conoscesse il linguaggio VB, ho detto che dovevano prima seguire il corso sul linguaggio VB.NET e poi dovevano affrontare questo che è molto più avanzato come nozioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *