Gestione Clienti in Access

Dopo una semplice introduzione all’ambiente di sviluppo continuiamo questo corso avanzato su Access, vedendo come è possibile creare una semplice maschera per la gestione dei clienti. Scaricate il database dei comuni Italiani e rinominatelo in Clienti, in questo modo abbiamo anche la possibilità di fare il calcolo del codice fiscale in automatico. Ora creiamo la tabella che dovrà contenere i nostri clienti ed in visualizzazione struttura inserite questi campi:

  • IDCliente di tipo numerico contatore con indice primario; in questo modo abbiamo un ottimo indice per richiamare i nostri clienti se occorresse in futuro, noi ci preveniamo all’eventualità.
  • Nome di tipo testo con 150 caratteri.
  • Cognome di tipo testo con 150 caratteri.
  • IDComNasc di tipo numerico intero lungo con il quale ci collegheremo alla tabella dei comuni.
  • DataNasc di tipo data/ora, ci serve per calcolare il codice fiscale in automatico.
  • Sesso di tipo ( Si/No ) anche questo utile per il codice fiscale.
  • CodFisc di tipo testo con 16 caratteri è il codice fiscale.

Per ora questo basta, casomai aggiungeremo delle nuove caratteristiche in futuro, ovviamente chiamate questa nuova tabella Clienti. Ora creiamo la maschera che ospiterà i dati della tabella in visualizzazione struttura; nelle proprietà Dati della maschera selezionate Clienti come origine record, apparirà la lista dei campi disponibili. Con il drag and drop portate sulla maschera il campo Nome e Cognome, quindi allungate, posizionate secondo i vostri gusti, potete anche scegliere lo stile della maschera, io ho scelto pittura sumi.
Per quanto riguarda l’inserimento dei comuni dobbiamo inserire 3 caselle di riepilogo tutte collegate ad IDComNasc, nella prima con il campo visibile CAP, nella seconda il Comune e nella terza la Provincia; procediamo in questo modo: dalla casella degli strumenti con il wizard attivato selezionate la combo ( casella combinata o casella a discesa ) e posizionatela sulla maschera, quando appare il wizard lasciate selezionato “Ricerca valori in tabelle o query…” noi infatti dobbiamo prendere i dati dalla tabella dei comuni, andate avanti, selezionate tabella Comuni ed andate avanti, portate nei campi selezionati questo ordine IDComune, CAP, Comune e Provincia, in questo modo avremo la chiave associata ai dati e ci farà vedere nel controllo il CAP e nella lista CAP, Comune e Provincia, andate avanti, lasciate selezionata la spunta di nascondi colonna chiave ed allargate o restringete le colonne dell’elenco a discesa, quindi andate avanti, selezionate “Memorizza il valore in questo campo” e dall’elenco scegliete IDComNasc, andate avanti e scegliete l’etichetta del controllo, Cap va benissimo, poi fate fine. Niente di complicato vero? Ripetete la stessa procedura per il Comune e per la Provincia, quindi tutto uguale, cambia solo l’ordine di inserimento dei dati nel controllo e quindi: IDComune, Comune, Provincia e IDComune, Provincia, Comune. Dall’elenco dei campi trascinate sulla maschera DataNasc e scegliete il formato data lunga con maschera di input 00/00/0000; dopo trascinate il campo Sesso ed il CodFisc. A questo punto direi di salvare la maschera Clienti, lanciate in visualizzazione maschera ed inserite il vostro primo cliente, da notare che basta inserire il cap per avere anche il comune e la provincia aggiornati, questo perché puntano tutti allo stesso valore IDComNasc. Ora faremo qualcosa di più complicato, il calcolo del codice fiscale quando uno dei campi viene modificato. Non mi metto a spiegare di nuovo come si calcola il codice fiscale in Access, ho già creato un piccolo tutorial sul calcolo del codice fiscale proprio in questo blog. Per vedere l’esempio completo di questa lezione potete scaricarlo qui. In pratica ho aggiornato il codice fiscale ogni volta che il programma aggiorna uno dei campi che interessano il codice fiscale, potete vedere il codice andando in visualizzazione struttura della maschera e selezionare codice nella toolbar. La prossima volta vedremo di inserire altre caratteristiche importanti, ovviamente io vi insegno a creare i mattoni, ma poi dovete essere voi con questi a creare la casa. Se ci fossero cose non capite postate un commento o andate nel forum.
In caso siate alla ricerca di un programma in Access open source per la gestione del magazzino con clienti e fornitori vi consiglio MerciGest, lo potete trovare in questa pagina.

<< Lezione Precedente – Lezione Successiva >>

Pubblicato
Etichettato come Office Taggato

Di Giampaolo Rossi

Sviluppatore software da oltre 16 anni.