Mai più con Emule ( il muletto ) Basso

In questi ultimi anni di lavoro come esperto informatico, il maggior numero di chiamate le ho ricevute per eliminare dei virus dal computer, ma subito dopo veniva il tragico problema dell’ID Basso di Emule e dei filtri degli operatori. In internet ci sono decine di migliaia di articoli su come velocizzare il muletto e come fare per evitare i filtri di Tele2 o Infostrada o altri operatori; nel mio piccolo, in questo articolo, voglio svelarvi cosa finora, in oltre 14 anni di esperienza, ho capito di questo argomento.
Iniziamo con ordine spiegando cos’é il P2P. Come ho ampiamente detto in un articolo precedente sul funzionamento basilare di Internet, i servizi non sono altro che dati che passano attraverso delle porte nel protocollo TCP-IP ed il P2P non è altro che uno di questi ed in particolare emule utilizza una porta per il TCP ed una per l’UDP, le due differiscono in parole povere sul fatto del pacchetto di conferma, per l’UDP questo non viene inviato. Il secondo ( UDP ) serve per KAD e le risposte dei server, personalmente utilizzo soltanto questa rete per scaricare con emule. Il problema dell’ID Basso allora dove avviene? Perché tra il server ed il vostro computer od il computer di un altro intercorre sia il firewall di Windows o Linux o altro ed anche il router, vediamo quindi cosa occorre fare per far comunicare al meglio i vari computer. In caso voi abbiate un modem collegato tramite USB ( Universal Serial Bus ) al computer, questi non causerà problemi non avendo porte da gestire ed in questo caso solo il firewall del sistema operativo deve essere configurato. In caso di router collegato con cavi LAN alla scehda di rete del computer allora si deve intervenire sul dispositivo di rete. Con il vostro browser aprite una connessione con il vostro router da amministratori e aprite le configurazioni avanzate ( il vostro router potrebbe differire, in questo caso leggere le istruzioni del vostro dispositivo ), dovete cercare il firewall del router ed aprire in ingresso la porta TCP ed UDP che avete inserito sul muletto, inoltre cercate NAT ( Network Address Translation ) e create un servizio in ingresso sulla porta TCP e su quella UDP. Nei router moderni potete saltare questi passi ed abilitare l’UPnP ( Universal Plug’n Play ), in questo caso dovete abilitare questa opzione anche nella connessione del muletto. Per quanto riguarda il caso di configurare la NAT manualmente, occorre anche sapere l’indirizzo IP del vostro computer e quindi se si utilizza il DHCP verificare la lease del numero assegnatovi. A questo punto andiamo a verificare il firewall di Windows ed aprite ( se già il sistema non ha provveduto automaticamente ) le porte per il servizio emule oppure le singole porte TCP e UDP, per fare questo andare nella gestione del protocollo TCP-IP che si trova nelle proprietà di rete. A questo punto tutto dovrebbe funzionare ed avere un bel muletto alto.
A fine articolo vorrei spendere alcune parole sui filtri degli operatori e fare un paio di considerazioni. Il P2P è un servizio e come tutti questi utilizza le porte del TCP-IP o UDP, quindi il nostro operatore, che ci fa uscire nella grande rete può avere il controllo completo su di noi che siamo dietro. I filtri non sono altro che dei software sui server degli operatori che modulano la banda dei dati che passano attraverso loro e potrebbero anche restringere il traffico solo su alcune porte e quindi noi che siamo dietro non possiamo fare assolutamente nulla e quindi non ascoltate chi vi dice che modificare il registro di sistema di Windows o altri trucchi sul sistema operativo vi annullano i filtri. Tutto quello che potremmo fare è cercare una nuova porta per il muletto che sappiamo non controllata e questo vi eviterà di dover chiamare il tecnico per ripristinare il vostro sistema operativo. Queste ultime sono mie riflessioni, perché non faccio parte di nessun operatore e non conosco le loro politiche e sono pronto a ricevere anche le vostre critiche, ma che siano costruttive mi raccomando.

Di Giampaolo Rossi

Sviluppatore software da oltre 16 anni.

3 commenti

  1. Ciao, a proposito di questo articolo vorrei farti una domanda. Io ho sempre configurato emule da solo, come hai detto sul web le guide sono davvero numerose. Ora però la mia situazione è leggermente cambiata e mi chiedo se il procedimento sia lo stesso di prima. Ti spiego: io sono abbonato ad Alice (7mega),e utilizzo il router con wireless. Le cose sono andate bene per un certo periodo, emule andava alla grande, poi a causa di un noioso problema di interferenze (mi disturbavano la rete e quindi internet mi funzionava di fatto solo ad ora di pranzo e sera) abbiamo installato da poco il devolo dlan mi pare si chiamino…in altre parole quelle "scatolette" che ti permettono di avere internet sulla rete elettrica. Ora la connessione è una scheggia ma me la da come LAN. Quindi come fare per il problema porte di emule? Cambia qualcosa?

    Grazie, Gianluca

  2. Ciao, a quanto ho capito per problemi di interferenza hai eliminato il wireless ed hai utilizzato 2 Devolo dLAN, una al computer ed una al router, quindi tu hai sempre un router che fa da gateway e quindi un solo punto di uscita come prima, non cambia nulla.

  3. Grazie Giampaolo 😉 Sei stato molto veloce. Ottimo blog,interessante e ben strutturato,complimenti. Ciao

I commenti sono chiusi.