Internet una Introduzione Semplice

Inizia con questo articolo una serie di dispense dal contenuto molto abbordabile ma esaustivo per far comprendere i punti essenziali che ruotano intorno al mondo di internet a cominciare dal funzionamento basilare fino ad arrivare ad esaminare i principali browser per internet, anche quelli a riga di comando e meno conosciuti per Linux. Per conoscere il funzionamento della rete delle reti dobbiamo capire quella più semplice, la connessione in rete di 2 computer tramite cavo o wireless ( senza cavo ). Un computer conosce soltanto 2 simboli, + che identifichiamo con circuito aperto e – che identificheremo come circuito chiuso, difatti i circuiti del nostro computer sono formati da una serie immensa di connessioni che possono essere aperte o chiuse nei cosiddetti cicli di clock che poi è la frequenza della CPU ( Central Processing Unit – il processore ); avere una cpu che va a 1 Ghz = 1.000 Mhz = 1.000.000 Khz = 1.000.000.000 Hertz, quindi in un secondo i cicli di clock sono un miliardo e figuriamoci i processori con 4 cpu e ognuna a 3.0 Ghz! Tutto questo per dire che il computer conosce soltanto il sistema binario ( + o – ) e per rappresentare questo valore abbiamo l’unità fondamentale dell’informazione ( informatica ), il bit; 8 bit equivalgono ad un byte e quindi con un byte possiamo rappresentare 2 alla 8 informazioni = 256 valori.
I computer anche in rete capiscono soltanto il sistema binario e per questo loro si identificano tramite una serie di numeri il cosidetto numero IP che deriva dal protocollo di comunicazione TCP-IP che è quello utilizzato anche in internet. Il numero IP è rappresentato da 4 valori ognuno di 1 byte e quindi 4 valori da 0 a 256. Un esempio di numero IP è 127.0.0.1 che identifica il computer locale ( lui stesso ), mentre 192.168.0.1 rappresenta un computer in una rete locale LAN ( Local Area Network ). I numeri 192.168… e 10.10… di solito sono usati per reti locali, mentre tutti gli altri sono utilizzati in internet, che poi non è altro che la rete delle reti. Sia in Windows che in Linux per sapere se 2 computer comunicano tra loro si utilizza il comando ( da terminale ) ping, per esempio 2 computer della stessa rete 192.168.1.1 e 192.168.1.2 ( ogni computer deve avere un numero univoco ) per vedere se sono connessi tramite TCP-IP si deve dare questo comando sul computer 192.168.1.1

ping 192.168.1.2

Abbiamo detto che ogni computer della mia rete deve avere un numero univoco all’interno della stessa classe (192 = classe A – 168 = classe B …. ) un pò come succede per l’Italia che si divide in regioni e le regioni in Province etc.. La mia rete LAN equivarrebbe ad un comune. In una rete LAN con centinaia di computer chi configura la rete diverrebbe matto a segnarsi tutti i numeri IP di ogni macchina e quindi si è adottato il DHCP ( Dynamic Host Configuration Protocol ) che non fa altro che assegnare per un determinato periodo ( lease ) ad un computer che si collega e ne fa richiesta un numero univoco IP.
Per noi umani sapere di ogni computer della rete il numero IP appare complicato e quindi dobbiamo dare ad ognuno un nome umano, per esempio il 192.168.1.1 il nome di Peppone ed al 192.168.1.2 il nome di Camillo. Ricordare i nomi è molto più semplice per noi e quindi ci deve essere una specie di vocabolario nome-numero e numero-nome che in pratica faccia da interprete tra noi ed il computer, il cosiddetto DNS ( Domain Name Service ).
Il computer che serve questi e tanti altri servizi ad altri si chiama macchina Server, mentre la macchina che beneficia dei servizi si chiama Client.
Il protocollo TCP-IP ha la possibilità di avere molti canali su cui dialogare 2 alla 16 ( 2 byte ) e quindi da 0 a 65536, queste si chiamano porte ed ogni servizio ne ha una o più di una. Le prime porte sono tutte riservate ai servizi base della rete, ad esempio:

  • porta n.80 HTTP ( Hypertext Transfer Protocol ) le pagine web in HTML.
  • porta n.110 POP3 ( Post Office Protocol ) la posta in entrata.
  • porta n.25 SMTP ( Simple Mail Transfer Protocol ) la posta in uscita.
  • porta n.443 HTTPS come l’http ma connessione sicura crittografata.
  • porta n.67 DHCP
  • porta n.53 DNS

Per una lista completa andare su Wikipedia.

Una connessione avviene in questo modo: il client si connette al server e chiede all’inizio il servizio dhcp ottenendo un numero ip temporaneo ( lease ), poi quando deve contattare altri computer nella rete chiede ad un server dns di tradurre quello che noi inseriamo nella barra degli indirizzi in un numero che poi contatta sul servizio richiesto dipendente dalla porta. Noi inseriamo

http://www.rgpsoft.it/

http:// è il protocollo da utilizzare sulla porta 80
www. è l’identificatico di World Wide Web
rgpsoft. è il dominio
it è la nazione

Come notate anche per i nomi umani ci sono i punti che delimitano le zone della rete. La prossima volta usciremo dalla LAN e vedremo tutto ciò che interccorre tra noi ed il server che ci fa uscire dalla LAN, il Provider di servizi.
Se volete delle delucidazioni utilizzate il nostro forum di informatica.

Lezione Successiva >>

Di Giampaolo Rossi

Sviluppatore software da oltre 16 anni.