Modelli di Stile in Word

Chi utilizza Word per lavoro sa benissimo formattare i caratteri, ma molti non sanno o non hanno mai voluto studiarsi i modelli con gli stili per i paragrafi. In questo articolo spiegherò nei dettagli come impostare gli stili per i paragrafi ed arrivare così all’intera strutturazione del documento, poi salvare il modello per riutilizzarlo in altri documenti. Facciamo un esempio semplice basandoci su di un libro che deve avere “Capitoli”, “Titoli” e “Sotto-Titoli”, il tutto seguendo una gerarchia, quindi il capitolo con il numero romano che segue, il titolo grassetto ed il sotto-titolo in corsivo indentato di un tab rispetto al titolo. Tipo così:

Capitolo I

Prefazione
       Iniziare il libro…

Per fare questo andiamo nel menu formato e quindi stili e formattazione, a seconda della versione di Word avremo la comparsa degli stili predefiniti. A questo punto facciamo nuovo stile, si aprirà una finestra in cui possiamo inserire il nome dello stile, il tipo ( noi scegliamo pragrafo ), basato su un altro stile dal quale erediterà le informazioni di base e poi lo stile per il paragrafo successivo. Il paragrafo in Word viene inserito quando si fa click sul tasto invio e si va a nuova riga ( paragrafo è lo spazio tra due invii ), quindi l’ultima caratteristica dello stile fa in modo che dopo aver inserito una riga e faccio click su invio automaticamente lo stile cambierà a quello scelto in questo campo. Successivamente posso inserire le caratteristiche del carattere, il font, la grandezza, ed altro come se fosse da formattare semplicemente un testo. Conviene prima fare gli stili di basso livello in modo da inserirli nel campo di nuovo paragrafo, quindi nel nostro esempio faremo il testo normale prima con ad esempio Times New Roman di 14 punti giustificato e diamogli il nome di “miotesto”, successivamente andiamo a creare un altro stile con lo stesso font, ma di dimesioni maggiori e corsivo con un rientro ( tab ) e questo sarà il nostro sotto-titolo, indichiamo il nome come “miosottotitolo” e indichiamo lo stile per il paragrafo successivo “miotesto”, facciamo lo stesso con il titolo magari facendolo grassetto e mettendo in stile successivo “miosottotitolo” e poi facciamo il capitolo centrato in grassetto; per inserire il numero romano auto-incrementante dobbiamo fare click su Formato in basso a sinistra della finestra di creazione o modifica dello stile, quindi scegliere numerazione ed infine scegliere la linguetta struttura; a questo punto fate click su Personalizza… e scegliete in stile numero il numero romano, dopodichè uscite e proviamo ad usare i nostri stili appena creati. Quando inizio il mio libro scelgo a sinistra in alto ( sulla barra degli strumenti formattazione lo stile dall’elenco a discesa ) “miocapitolo” o come lo avete chiamato, vi apparirà centrato “Capitolo I” e quando date invio apparirà lo stile successivo ( nel nostro caso “titolo” ) e così via strutturando il documento.
Se abbiamo bisogno di quesa strutturazione soltanto in questa occasione lo applichiamo sul documento, altrimenti per avere sempre questo modello, basta salvare e scegliere come tipo file “modello di documento”.
Per non avere tra i piedi i vecchi stili del modello normale, possiamo eliminarli ed avere così un modello solo con i nostri. Quando avrete strutturato il documento nel modo che vi ho insegnato se andate nel menu visualizza e poi mappa documento vio accorgerete della distribuzione ad albero sulla sinistra e per trovare un capitolo o un sotto-capitolo non sarà così difficile. Questo modo di procedere certo non va fatto per le lettere, ma per le tesi, i libri ed altro di questo genere. In internet trovate i modelli già preimpostati, ma ora saprete anche crearli voi stessi. Se avete dei problemi o mi volete fare qualche domanda, abbiamo un forum su Office, venite ad iscrivervi e chiedete.

Pubblicato
Categorie: Office Taggato

Di Giampaolo Rossi

Sviluppatore software da oltre 16 anni.