Server Dedicati a Basso Costo

Se possedete un’azienda con decine di computers, avere un server dedicato è estremamente importante e farlo anche a basso costo è ancora meglio. Molte aziende investono molto in piattaforme server prefabbricate e già funzionanti in tutto, anche con il sistema operativo Linux, che è gratis ed open source per sua natura. In questo articolo vi voglio spiegare come mi sono creato il mio primo server casalingo con decine di collegamenti contemporanei e con una macchina medio-bassa che dovevo buttare; un vecchio pentium4 2.4 Mhz con appena 512 MB di RAM. Per prima cosa ho installato il sistema operativo, una Slackware senza interfaccia grafica ( e quindi senza X e KDE ). Il server DHCP lo facevo fare ad un router, il DNS con BIND, per configurare il server usavo la shell protetta SSH e per l’amministrazione remota Webmin, che è uno strumento che consente di amministrare i server su una macchina attraverso un’interfaccia web. Come server HTTP avevo scelto Apache e come base dati MySQL, come gestore della posta Postfix. Il router era stato configurato per aprire soltanto alcune porte, la 80 per HTTP, quelle della posta, per la base dati e un’altra per Webmin. Come strumento per trasformare l’ip dinamico in statico DynDNS, che è possibile configurare direttamente in moltissimi router; ovviamente avevo un dominio di terzo livello, ma per quello che mi serviva! In pratica tramite pagine in PHP ho creato alcuni form per gestire i dati del magazzino e vi lavoravano una decina di aziende, poi ho deciso di smettere di dare il servizio sul mio server perché doveva stare sempre accesso e questo era troppo fastidioso.
Tutto questo racconto su come ho creato un server con pochissime, anzi zero, spese per dimostrarvi che se avete una decina di postazioni in azienda è inutile investire su server mastodontici che costano moltissimo e sono decisamente sotto-sfruttati. Diciamo che in aziende al di sotto di 10 postazioni di lavoro che si devono collegare ad un server basta un vecchio Pentium 4 con 1GB di RAM; tra 10 e 100 postazioni è meglio passare ad un computer nuovo standard ( quelli da 300 euro perché senza monitor  ); per reti superiori alle 100 postazioni consiglio un buon computer con 4-8 GB di RAM ed un quad core, una spesa insomma sui 700 euro scarsi. Oltre l’hardware serve un ottimo specialista che configuri il vostro sistema in 5-10 ore di lavoro ( 500-600 euro ) ed avrete un ottimo server dai costi decisamente inferiori a qualsiasi altro server preassemblato o che necessiti di un sistema operativo ed applicazioni a pagamento.
Se invece non avete il tempo e la voglia di crearvi il vostro server, ci sono delle aziende in rete che vi consentono di utilizzare le proprie VPS, che non sono altro che server virtuali ed i propri server dedicati. I costi di un tale servizio sono abbastanza alti, ma non tutti hanno bisogno di avere un proprio server con hosting esterno e magari managed.

Di Giampaolo Rossi

Sviluppatore software da oltre 16 anni.

1 commento

  1. Ho creato , solo a scopo didattico , un server con windows server2008 installato su
    Ora vorrei usarlo per fare hosting di un sito web caricato sul mio server
    Ora mi chiedo se sia possibile ,acquistando per esempio un dominio con sola gestione dns , collegarlo al suddetto server.
    Magari sto dicendo una banalità , cmq ripeto è solo per imparare e per curiosità.
    Tenete presente che ho una semplice connessione adsl con router zyxel , l'ip che ho è dinamico ma userei quello assegnatomi al momento solo per capire se si può fare ….
    Grazie a chiunque mi risponda

I commenti sono chiusi.