Come Imparare a Programmare

Quando ho iniziato a programmare i computer, dovevamo stare molto attenti allo spreco di memoria ed al suo uso parsimonioso, se pensate che 16MB di quella costava quanto un computer di oggi! Ora ci sono meno limitazioni ed anche non ottimizzando al massimo un programma questo funziona a dovere, tutto per l’hardware sempre più prestante e potente. A quei tempi era impensabile avere un proprio sito web o blog dato l’elevattissimo costo di gestione, oggi ho potuto anche mettere in piedi questo mio blog personale che tratta dei miei interessi ( informatica e programmazione ) con pochi spiccioli all’anno. Inizialmente il blog è partito soltanto per catturare visite per il mio sito aziendale, poi pian piano ho pensato di poter inserire anche dei corsi online, molto semplici, che potessero affrontare non tanto il discorso della teoria, se cercate su internet ne trovate tantissimi di corsi teorici sui linguaggi di programmazione, ma soprattutto che dessero il metodo per affrontare quest’ultima.
Secondo le mie esperienze, per imparare a programmare occorre impegno e metodo, senza questi due requisiti non si va lontano. L’impegno deve essere costante, occorre sperimentare, trovare con la logica il modo di risolvere un problema scomponendolo in problemi più piccoli ed infine risolvendo queste problematiche con gli strumenti che il linguaggio di programmazione ti mette a disposizione.
Lo scopo di questo blog è diventato quindi quello di far avvicinare i visitatori al mondo della programmazione. Devo ammettere che sono soddisfatto dal numero degli utenti che giornalmente leggono i miei articoli, ma nella maggior parte dei casi si sbaglia approccio. Si pretende infatti di riuscire per forza ad imparare a programmare, ma questa materia non la si può insegnare, quello che si può fare è dare dei percorsi da compiere. Se avete letto qualche articolo del blog sulla programmazione potete rendervi conto che quello che cerco di fare è far capire i mattoni basilari della programmazione, aspettando un impegno futuro da parte del mio lettore su come risolvere questioni più complicate, partendo dai miei input iniziali. Per agevolare questo compito, che capisco possa essere complicato per chi inizia, ho creato un forum, attendendo molte richieste per continuare la conoscenza dei metodi della programmazione.
Dopo più di un anno ho capito che lo scopo del blog e soprattutto del forum è venuto meno, dalle statistiche delle visite e dalle pochissime domande fatte mi sono accorto che dell’imparare a programmare non interessa quasi a nessuno dei miei lettori, almeno finora. Dico questo perché le richieste fatte sono di rilasciare i sorgenti dei miei software gestionali, quelli che distribuisco a titolo gratuito, o comunque richieste che di certo non servono per imparare a programmare. Nel web oggi si cerca il prodotto finito: un software gestionale, un programma che risolva i problemi, un modo per vedere un film senza pagare, un metodo per aggirare una protezione.
Personalmente continuerò a scrivere articoli di programmazione come ho sempre fatto, con esempi semplici per far capire come si è risolto un problema, ma lasciando poi il lettore a continuare il lavoro, perché solo attraverso prove e debug si può diventare un programmatore.
Un aiuto che ritengo fondamentale, se si intende veramente iniziare lo studio della programmazione informatica, è il forum nel quale potete chiedere tutto quello che non vi è chiaro, sicuramente qualcuno risponderà alle vostre domande.

7 risposte a “Come Imparare a Programmare”

  1. Salve,

    sono appena approdato sul suo sito, ho letto poco e di fretta, a parer mio sta compiendo un ottimo lavoro, ciò che ho trovato mi ha permesso di risolvere i problemi di sviluppo per un piccolo applicativo software (first job).
    Spero vivamente che lei continui a mantenere vivo questo sito.

    Grazie.

    Sparvier0

  2. ciao ho letto tutte le informazioni scritte pero io cerco propio a programmare un gioco, ho sempre voluto creare un gioco mi potreste dare dei consigli da come iniziare a creare un gioco?

  3. Ciao Giampaolo e complimenti per l’iniziativa.
    Da sviluppatore e docente quando mi chiedono qual è il segreto per imparare a programmare rispondo sinteticamente con la regola delle “3P”: pratica, passione, pressione.
    Nella “passione” è incluso l’aggiornamento costante e lo studio rigoroso della teoria :-).
    Ho notato che nei tuoi corsi non ne includi nessuno in Ruby, il che penso sia un peccato date la notevi potenzialità didattiche di questo linguaggio, specie per chi comincia da zero. Quindi ne approfitto anche per segnalarti questo celebre tutorial, scritto da Chris Pine, e tradotto in italiano da me: http://corsorubyonrails.com/imparare-a-programmare/ Sarei curioso di sapere cosa ne pensi.

    1. Ciao Darmen, ti rispondo subito: non ho fatto nessun articolo o corso su ruby per il semplice fatto che non l’ho mai approfondito e ritengo non sia professionale insegnare ad altri quello che non si conosce abbastanza. Ho scoperto il linguaggio ruby circa 16 anni fa quando compilavo le mie prime distribuzioni Linux, ma ho preferito studiare altri linguaggi. Non posso dare dei giudizi quindi perché non lo conosco, comunque il sito da te linkato è un ottimo punto di partenza per chi vuole approfondire questo linguaggio e senz’altro, quando troverò il tempo, scriverò un articolo su questo blog che reindirizzi al tuo corso.

      Ciao

  4. Ciao, ho letto con interesse il tuo articolo e, purtroppo, anch’io ho notato che le persone preferiscono chiedere la “pappa pronta” piuttosto che accendere il cervello ed imparare a fare qualcosa di difficile.. ma di bellissimo come programmare. Io non sono un genio ma mi sto appassionando giorno dopo giorno a linguaggi come HTML, CSS e PHP… cose che fino a qualche mese fa non sapevo nemmeno cosa fossero.
    Il mio consiglio, se posso esprimerlo dal basso della mia (in)esperienza, è l’impegno e la buona volontà… io ho iniziato con le guide sei siti HTMLit e https://www.mrwebmaster.it … e devo dire che, nel giro di pochi mesi, ho già imparato a fare qualcosa di interessante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *